2016/04/20

20 aprile: Nascite Don Pettit e Vincenzo Cerulli; allunaggio Surveyor 3; decolli Soyuz T-8, Tianzhou-1 e Soyuz MS-04; atterraggi STS-59 e STS-131

Ultimo aggiornamento: 2017/04/22.


1859/04/20 - Nasce l'astronomo italiano Vincenzo Cerulli


Nasce a Teramo Vincenzo Cerulli; diventerà matematico e astronomo e svilupperà la teoria che i celebri "canali" di Marte sono in realtà delle illusioni ottiche. Scriverà nel 1900 che "l'imagine naturale del pianeta resterà ancora per secoli allo stato di ipotesi": verrà smentito meno di un secolo dopo [ESA; Treccani].


1955/04/20 – Nasce l’astronauta Don Pettit


Nasce a Silverton, in Oregon, Donald R. Pettit (Don Pettit, @astro_Pettit su Twitter). Verrà selezionato come astronauta dalla NASA nel 1996 e volerà nello spazio per la prima volta nel 2002 con lo Shuttle Endeavour, trascorrendo 161 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ed effettuando due passeggiate spaziali. Pettit tornerà nello spazio nel 2008 (con lo Shuttle Endeavour e nel 2011 (con la Soyuz TMA-03M), visitando di nuovo la Stazione in entrambe le occasioni. Totalizzerà 370 giorni nello spazio e 13 ore di attività extraveicolare [NASA].


1967/04/20 – La Surveyor 3 atterra sulla Luna


La sonda statunitense Surveyor 3, lanciata il 17 aprile 1967, atterra sulla Luna, nell’Oceano delle Tempeste: è il secondo veicolo della serie Surveyor ad effettuare un allunaggio morbido. La missione è concepita per preparare gli atterraggi con equipaggio, sviluppando la conoscenza della superficie lunare e trasmettendo immagini televisive dalla Luna.

La sonda effettua anche delle prove di riflettività radar e di capacità di carico della superficie; dopo l’atterraggio, un suo braccio manipola la superficie mentre viene ripreso dalla telecamera di bordo per documentare la consistenza dei materiali superficiali lunari.

In realtà la sonda "atterra" tre volte: i razzi di manovra non si spengono dopo il primo contatto con la superficie e quindi il veicolo si risolleva, riatterrando prima a 20 metri dal punto di contatto iniziale e poi a 11 metri dal secondo punto di contatto. I motori vengono spenti 34 secondi dopo il primo contatto grazie a un comando inviato da Terra.

La Surveyor 3 continua a funzionare per tutto il lungo giorno lunare fino al tramonto locale, che avviene il 3 maggio 1967. Scava nel terreno fino a 18 cm di profondità e trasmette 6326 immagini televisive, che includono foto di un’eclissi di Sole da parte della Terra. Gli ultimi dati arrivano il 4 maggio 1967; la sonda non darà più segni di vita. Verrà visitata due anni dopo dagli astronauti Alan Bean e Pete Conrad di Apollo 12 [NHO; video del saggio della superficie lunare; NASA].


La sonda Surveyor, alta circa 3 metri, fotografata sulla Terra.


1983/04/20 – Soyuz T-8: decollo verso la stazione Salyut-7


Lancio della Soyuz T-8, che porta nello spazio Strekalov, Titov e Serebrov con l’obiettivo di visitare la stazione Salyut-7. Due giorni dopo, tuttavia, l’aggancio fallirà a causa della rottura dell’antenna del radar di attracco (avvenuta durante il distacco della carenatura protettiva). Fallirà anche un rischioso tentativo di attracco manuale a vista e la missione verrà annullata, rientrando sulla Terra il 22 aprile 1983 [GA; SSA; Spacefacts].


1994/04/20 – STS-59: atterraggio


Atterraggio dello Shuttle Endeavour alla base Edwards al termine della missione STS-59, durata 11 giorni [SSA; NASA].


2010/04/20 – STS-131: atterraggio


Lo Shuttle Discovery atterra dopo 15 giorni nello spazio, concludendo la missione STS-131 [SSA].


2017/04/20 – Decollo Soyuz MS-04


Alle 9:13 ora italiana parte dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, la Soyuz MS-04, che porta nello spazio l'astronauta statunitense Jack Fisher e il cosmonauta russo Fyodor Yurchikhin, diretti verso la Stazione Spaziale Internazionale con un piano di volo rapido che prevede il rendez-vous con la Stazione in sole sei ore. È il primo volo spaziale con equipaggio del 2017 [GA].

L'equipaggio della Soyuz è composto da due persone invece delle consuete tre: non succedeva dal 26 aprile 2003, dopo la tragedia dello Shuttle Columbia. La riduzione è una conseguenza di una serie di misure di contenimento delle spese e del lavoro nel segmento russo della Stazione: il lancio del modulo scientifico russo Nauka, infatti, continua a subire rinvii e senza di esso il carico di lavoro russo non giustifica tre membri d'equipaggio russi. I russi a bordo della Stazione scenderanno così a due, ma in compenso il personale del segmento statunitense salirà da tre a quattro.

Al posto del terzo membro d'equipaggio vengono trasportati dei rifornimenti per la Stazione. Yurchikin, veterano e comandante, siede al centro; Fischer, al suo primo volo, siede a sinistra; il sedile di destra è occupato dai rifornimenti.

La Soyuz MS-04 è stata denominata Argo, come la nave greca della mitologia; è solo la seconda Soyuz ad avere un nome [ISS101]; la prima è stata la Soyuz TMA-21, denominata Gagarin, nel 2011 [ISS101; RikyUnreal], anche se in passato altri veicoli russi hanno avuto dei nomi (callsign) [RikyUnreal].




2017/04/20 – Decollo Tianzhou-1, nuovo veicolo di rifornimento automatico cinese


Dal centro di lancio di Wenchang decolla un razzo Lunga Marcia 7, che porta in orbita terrestre il veicolo da trasporto Tianzhou-1, il primo di una nuova serie di veicoli che la Cina intende usare per il rifornimento della propria futura stazione spaziale modulare. La Tianzhou-1 effettuerà un attracco con la stazione spaziale cinese attuale, la Tiangong-2 [Ars Technica].