2016/02/15

15 febbraio

1564/02/15 – Nasce Galileo Galilei


Nasce a Pisa Galileo Galilei, scienziato e astronomo. Nel 1609, puntando un cannocchiale verso il cielo notturno, scoprirà numerosi fenomeni celesti, come le montagne della Luna, le fasi di Venere e i satelliti di Giove. Sarà uno dei più strenui sostenitori dell’allora controversa teoria eliocentrica copernicana e per questo verrà accusato di eresia due volte, nel 1616 e nel 1632, dalla Chiesa Cattolica. Morirà ad Arcetri, vicino a Firenze l’8 gennaio 1642. La Chiesa cesserà di opporsi alla teoria eliocentrica soltanto nel 1835. La sonda spaziale che esplorerà Giove e i suoi satelliti dal 1995 al 2003 verrà chiamata Galileo [ESA; NASA; Biography.com].


1964/02/15 – Nasce l’astronauta Leland Melvin


Nasce a Lynchburg, in Virginia, Leland D. Melvin. Verrà selezionato dalla NASA nel 1998 e volerà nello spazio nel 2008 con la missione Shuttle STS-122 e di nuovo nel 2009 con la missione Shuttle STS-129. È l’unico astronauta la cui foto ufficiale include i suoi cani, fatti entrare alla NASA di nascosto. Su Twitter è @Astro_flow [ABC News; NHO; Lelandmelvin.com].

Feb15-1964_NASA-astronaut-Leland-D-Melvin-with-his-dogs-Jake-and-Scout-thumb-560x448.jpg

La foto ufficiale di Leland Melvin.


2013/02/15 – Asteroide di Chelyabinsk


Un asteroide con un diametro di circa 20 metri e una massa stimata di circa 12.000 tonnellate penetra nell’atmosfera terrestre sopra la Russia a una velocità di circa 60.000 km/h, esplodendo in aria sopra la città di Chelyabinsk a circa 30 km di quota. La palla di fuoco generata dall’asteroide diventa più luminosa del Sole e viene ripresa da moltissime telecamere installate sulle automobili e da quelle di sorveglianza di luoghi pubblici e privati.

Alcuni frammenti relativamente piccoli dell’asteroide arrivano al suolo e vengono recuperati. L’impatto di uno di questi frammenti, del peso di circa 650 kg, nel lago Chebarkul viene ripreso fortuitamente da una telecamera di sicurezza: è la prima volta che viene videoregistrato un impatto di una meteora [Universe Today].

L’onda d’urto danneggia oltre 7200 edifici in sei città, infrangendo finestre e sfondando portoni e saracinesche, e causa circa 1500 feriti (dovuti principalmente alle schegge dei vetri infranti). L’energia cinetica stimata è di 500 kilotoni, ossia 20-30 volte maggiore di quella rilasciata dalla bomba atomica che distrusse la città giapponese di Hiroshima nel 1945.

L’asteroide arriva a sorpresa: non è stato avvistato durante il proprio avvicinamento alla Terra a causa del suo radiante, o direzione di provenienza sulla volta celeste, che era molto vicino al Sole, rendendo impossibili le normali osservazioni astronomiche dei telescopi che scandagliano il cielo alla ricerca di eventuali corpi celesti diretti verso la Terra [NASA; Phil Plait; Chelyabinsk.ru; Varlamov.ru; NASA].


Feb15-2013_chelyabinsk.jpg

La palla di fuoco della meteora nel cielo dell’alba di Kamensk-Uralsky, a nord di Chelyabinsk [Wikipedia].


2015/02/15 – Rientro dell’ATV-5 dalla Stazione Spaziale


Il veicolo spaziale cargo europeo ATV-5 Georges Lemaître viene fatto rientrare nell’atmosfera terrestre, dove si disintegra come previsto, concludendo il ciclo di missioni di rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale effettuate con attracco automatico [Astronautinews].


2017/02/15 – 104 satelliti lanciati in un solo vettore


Il vettore Polar Satellite Launch Vehicle (PSLV) decolla dal centro spaziale indiano di Satish Dawan, sul Golfo del Bengala, portando in orbita polare ben 104 satelliti: è un nuovo record assoluto come numero di satelliti lanciati con un singolo vettore.

Il satellite principale di questa flotta è il Cartosat 2D dell'ISRO (Indian Space Research Organisation), che pesa 714 chilogrammi ed è concepito per la cartografia, il monitoraggio delle coste e il rilevamento dei consumi d’acqua. Questo satellite è accompagnato da 101 CubeSat da 4,7 chilogrammi l’uno, per l’osservazione della Terra, appartenenti a società di numerosi paesi, e da due nanosatelliti dell’ISRO, INS-1A e 1B, da 8,4 e 9,7 chilogrammi rispettivamente [SFNNSF].